CercaWebcamMeteoImpianti
Skiri
La Mascotte dei Mondiali
Skiri
mascotte dei mondiali di fiemme

La mascotte ufficiale dei tre campionati del Mondo e delle Coppe del Mondo di sci nordico della Val di Fiemme è lo scoiattolo Skiri. Protagonista nell’antica tradizione fiemmese, lo scoiattolo Skiri è simbolo di allegria, salute,voglia di giocare e di vivere. Gli stessi significati che, non solo hanno accompagnato i precedenti Campionati del Mondo della Val di Fiemme, ma che rispecchiano pienamente lo slogan scelto per il Mondiale del 2013: Vallevviva. Slogan proposto da una Vallle alla ricerca di nuove dimensioni umane, sportive, culturali e turistiche. Ideato da Mario Gomboli, uno dei più famosi autori italiani di libri per l’infanzia, la mascotte Skiri è presente in Val di Fiemme sin dalla prima edizione dei Campionati del Mondo del 1991. Il futuro si tinge di ottimismo grazie anche a Skiri, immagine che sprigiona simpatia e amicizia riuscendo a far comparire il sorriso sul volto di tutti. Un espressione di benvenuto che la Val di Fiemme intende dare a tutti coloro che vorranno essere suoi ospiti! 

E' piccolo, morbido, soffice, caldo. 

vive da sempre nei boschi più belli

della bellissima Val di Fiemme.

E, da sempre, i bambini hanno sognato

di vederlo, toccarlo, coccolarlo,

felici anche solo di averne scorto la lunga coda

mentre, velocissimo saltava da un ramo all'altro.

Così, da fugaci visioni, da lunghe attese,

da dolci indimenticabili incontri

in un ambiente da fabia

è nata una leggenda.

La leggenda di nome Skiri

Skiri inoltre, è il protagonista dell'evento Skiri Trophy. Un week-end dedicato al fondo giovanile internazionale che, ogni anno, richiama in Val di Fiemme oltre un migliaio di fondisti in erba in rappresentanza di tutte le regioni Italiane, inclusa la Sicilia, e di tre continenti.

Il Trofeo è una gara FIS riconosciuta a tutti gli effetti, che si fregia dei marchi FIS Snow Day e Fis Snow Kids, oltre a quello di Trentino family. Una kermesse che ha visto passare dalla Val di Fiemme anche nomi di primissimo piano del panorama dello sci di fondo internazionale, oltre ad aver offerto momenti emozionanti di passione sportiva e ricreativa a migliaia di giovani appassionati, senza però dimenticare la solidarietà internazionale con il sostegno a distanza di bambini bisognosi nei paesi in via di sviluppo.